Risolvere il problema dell’incontinenza con la fisioterapia

L’incontinenza urinaria e fecale sono i disturbi più diffusi tra le disfunzioni del pavimento pelvico.

Si stima che in Italia più 3 milioni di persone abbiano problemi d’incontinenza con un notevole impatto sulla qualità della vita quotidiana, che può addirittura portare ad isolamento, ansia sociale e depressione.

Cos’è l’incontinenza urinaria?

Si definisce incontinenza urinaria la perdita involontaria di urina al di fuori dell’atto minzionale che può avvenire anche in tempi e contesti non idonei.

L’incontinenza urinaria si distingue principalmente nei seguenti tipi:

Incontinenza da urgenza

È caratterizzata da una vescica iperattiva, e la perdita di urina, è preceduta da uno stimolo molto forte, tale da non avere la capacità di trattenersi.

Incontinenza da stress o da sforzo

In questo caso la perdita non è preceduta dallo stimolo ma da uno sforzo, anche piccolo e banale come uno starnuto o un colpo di tosse.

È principalmente dovuta ad un indebolimento sfinteriale e dei muscoli del pavimento pelvico.

Incontinenza mista: Ha caratteristiche di entrambe le tipologie.

Cos’è l’incontinenza fecale?

L’incontinenza fecale è il passaggio involontario di materiale fecale, solido, liquido o gassoso, attraverso il canale anale. Questo è dovuto ad alterazioni anatomiche, funzionali o fisiologiche. Le cause possono essere molteplici:

  • Parto
  • Interventi chirurgici
  • Malformazioni ano-rettali
  • Neuropatie
  • Malattie neurologiche
  • Prolasso del retto
  • Infiammazioni intestinali croniche

Si può curare l’incontinenza con la fisioterapia?

Negli ultimi anni c’è sempre più attenzione verso i problemi di incontinenza e del pavimento pelvico in generale.

Diverse sono le terapie messe a punto che si possono utilizzare. Oltre agli esercizi per rinforzare i muscoli del pavimento pelvico, la tecnologia ci viene incontro con l’utilizzo delle correnti elettriche e della stimolazione magnetica ad alta intensità.

Rieducazione del pavimento pelvico

Il training del pavimento pelvico è un programma di chinesiterapia volto a migliorare la capacità di contrarre in maniera selettiva la muscolatura perineale.

Tale metodica è indicata in caso di incontinenza, trattamento pre e post operatorio nella chirurgia pelvica e nel trattamento post-partum.

Riabilitazione con Biofeedback

Il Biofeedback elettromiografico (BFB-EMG) è un sistema in grado di rilevare i segnali della contrazione muscolare e di evidenziare quanto accade durante una contrazione attraverso un segnale visivo (traccia, grafico, etc.) tramesso in un monitor oppure attraverso segnali acustici (bip).

Questo sistema di rilevazione a livello perineale si usa in ambito diagnostico in quanto permette di:

  • quantificare la contrazione muscolare
  • di rilevare disfunzioni dell’attività muscolare a volte non percettibili o poco percettibili con l’esame clinico
  • valutare l’attività muscolare in differenti posture
  • effettuare valutazioni in dinamica
  • valutare l’attività muscolare del pavimento pelvico durante movimenti del corpo (come la deambulazione, il passaggio da seduto alla stazione eretta etc.)

Prenota il tuo appuntamento
Centro Medico Diagnostico Sant’Antonio
Via Pessina, 19 – Cagliari
070307774070307775070340382070340385


CONDIVIDI

Potrebbe interessarti anche...